Un gran signore non è più tra noi, è morto Antonio Condino

Mer, 23/09/2020 - 17:00

Da poco sono venuto a sapere che Tonino Condino non c’è più; il brutto male che lo stava perseguitando ha smesso di dargli tempo. Tonino, con questo male, ci ha combattuto una vita, soprattutto quando è stata colpita la moglie Antonietta, circa sette anni fa, che purtroppo non è riuscita a vincere la sua battaglia. Ricordo da sempre Antonietta e Tonino, giovane coppia rispetto a una cerchia di amici della mia famiglia più grandi. Antonietta era la sorella piccola di Elisabetta (Bebbe), che era sposata con compare Mimmo Bruzzese, di Pina, Raimondo, Michele e Mimmo Cimarosa, mentre Tonino era fratello di Enzo, Ciccio e Mimmo. Due famiglie molto conosciute a Siderno e loro erano proprio una bella coppia, lei avvocato e lui lavorava al tribunale; hanno avuto due figli, Giorgio e Federica, che somigliano molto ai loro genitori. Tonino è stato sempre impegnato in politica con il partito Socialista, ed è stato anche Vicesindaco a Siderno nei primi anni 2000. Purtroppo, anche la sua vita è stata segnata da alcuni errori giudiziari che lo hanno colpito più nell’anima che non nella persona. Oggi lascia ai figli un’eredità importante fatta di valori e di conoscenze, di sorrisi e di amicizie, perché con Tonino ci incontravamo sempre, soprattutto di domenica, al bar, e riuscivamo a trovare il modo di parlare del presente, ma anche, spesso, di quella Siderno che non c’è più, dei personaggi che davano sorrisi a questa cittadina. Ma da qualche mese era stato colpito da questo male: lo ricordo in questo periodo molto più pensieroso, molto più assente, con la solita sigaretta in bocca e gli occhiali da sole. Addio Tonino, compagno di tante chiacchierate e amico di famiglia, animo sensibile e persona franca e onesta.

Autore: 
Rosario Vladimir Condarcuri
Rubrica: 

Notizie correlate