Siderno, processo "Recupero-Bene Comune": 2 secoli di carcere per il clan Commisso

Lun, 07/05/2018 - 11:40

Nell'ambito del processo "Recupero-Bene Comune", la prima sezione penale della Corte di Cassazione ha rideterminato la pena per uno sconto di un anno per Domenico Giorgini, mentre ha rigettato i ricorsi presentati in favore degli altri imputati. Tra le pene confermate c'è quella all'ex sindaco di Siderno, Alessandro Figliomeni, condannato a 12 anni per associazione mafiosa e ritenuto dall'accusa "longa manus" all'interno dell'amministrazione comunale delle consorterie sidernesi. Di lui si sarebbe servito un "direttorio" composto da 8 persone, considerate vicine alle 'ndrine operanti nel territorio di Siderno confederate sotto il gruppo Commisso, che teneva sotto scacco le attività produttive e gli interessi politico-amministrativi. Le altre condanne:

Riccardo Rumbo: 17 anni

Antonio Galea: 6 anni e 10 mesi

Michele Correale: 24 anni

Domenico Giorgini: 9 anni

Antonio Futia: 13 anni

Cosimo Ascioti: 10 anni e 9 mesi

Giuseppe Muià: 13 anni e 6 mesi

Francesco Muià: 24 anni e 7 mesi

Giuseppe Correale: 14 anni e 8 mesi

Carlo Scarfò: 1 anno e 6 mesi

Michele Costa: 11 anni

Antonio Costa: 10 anni e 10 mesi

Giuseppe Napoli: 6 anni e 6 mesi

Vincenzo Figliomeni: 4 anni e 6 mesi

Giorgio Futia: 5 anni

Michele Futia (cl.90): 9 anni e 6 mesi

Michele Futia (cl.33): 6 anni e 8 mesi

Riccardo Gattuso: 11 anni

Alessandro Figliomeni: 12 anni

Fonte: Gazzetta del Sud

Rubrica: 

Notizie correlate