Siderno: domani la presentazione del libro “Io, Tommaso Campanella”

Sab, 28/12/2019 - 19:30
Riceviamo e pubblichiamo

Tommaso Campanella come non l’aveva mai raccontato nessuno. Con un romanzo autobiografico in cui, con la tecnica dell’io narrante, il filosofo domenicano di Stilo racconta sé stesso con naturalezza, partendo dalla nascita in una casetta meta di tanti visitatori felici per la venuta al mondo del “figlio della pazzanita”, finendo con la morte dopo una vita spericolata e piena di peripezie, ricordando quanto scritto da Campanella l’anno precedente a Ferdinando De Medici:«Il secol futuro giudicherà di noi perché il presente sempre crucifige i suoi benefattori; ma poi resuscitano al terzo giorno o al terzo secolo».
E’ il messaggio dal sapore profetico che chiude “Io, Tommaso Campanella” (2019, Laruffa editore) dell’archeologo, giornalista e dottorando di ricerca in “Scienze e ingegneria dell’ambiente, delle costruzioni e dell’energia” all’Università della Calabria Elia Fiorenza, stilese proprio come Campanella.
Fiorenza, socio della Deputazione di Storia Patria per la Calabria, traduce in un libro la sua bella intuizione, rendendo fruibile la storia di Tommaso Campanella anche a chi non è avvezzo agli studi di filosofia, con lo stile confidenziale e immediato con cui Luciano De Crescenzo raccontò, negli anni ’80, la filosofia greca.
Le vicende personali del protagonista del romanzo, infatti, s’intrecciano con gli usi, i costumi, i sapori e gli abiti dell’epoca, offrendo uno spaccato di vita quotidiana pregno di curiosità mista a interesse storico.
Un libro, il suo, particolarmente adatto dalla lettura da parte dei giovani, specie quelli degli istituti superiori, che possono avvicinarsi allo studio dell’opera di Campanella, partendo proprio dal lavoro di Elia Fiorenza.
“Io, Tommaso Campanella” verrà presentato domani, domenica 29 dicembre, alle ore 18 nello spazio culturale “MAG. La ladra di libri” di Siderno.
Gianluca Albanese dialogherà con l’autore. Interverrà lo storico e scrittore Domenico Romeo, anch’egli socio della Deputazione di Storia Patria per la Calabria.

Notizie correlate