Processo Acero Krupi: il Tribunale di Locri assolve cinque imputati

Gio, 19/07/2018 - 18:20

All’esito della camera di consiglio del processo “Acero Krupi” il Tribunale di Locri emette un verdetto che prevede una condanna a 30 anni per Antonio Coluccio e ben cinque assoluzioni. Il processo era scaturito dalla maxi operazione che riteneva di aver smascherato il ruolo di primo piano dei Coluccio di Marina di Gioiosa Ionica nel traffico di Marijuana e aveva permesso di scoprire un arsenale a piena disposizione dei Commisso di Siderno tra i quali avrebbero militato, venne detto dall’allora Procuratore Capo di Reggio Calabria Federico Cafiero de Raho, ben 500 killer pronti a sparare. Eppure la recente sentenza emessa dai giudici Fulvio Accurso, Gabriella Logozzo ed Elvira Terranova imputa al solo Antonio Coluccio il reato di associazione dedita al traffico di sostanze stupefacenti, ragione sufficiente a confermare la richiesta a 30 anni formulata dall’accusa e il risarcimento del danno nei confronti delle parti civili costituite da Regione Calabria, Provincia di Reggio Calabria e comuni di Marina di Gioiosa Ionica e Siderno. Non hanno travato accoglimento, invece, le richieste di condanna (anche a 20 anni) effettuate dalla Procura ai danni di Vincenzo Coluccio, Cosimo Commisso, Michele e Nicola Bombara e Pietro Tagliavia, tutti assolti.

Rubrica: 

Notizie correlate