Casignana Futura: il paese torni a vincere

Ven, 18/09/2020 - 19:00
Pubblicità elettorale

Questo fine settimana anche il piccolo comune di Casignana sarà chiamato alle urne per il rinnovo della Giunta Comunale. A sfidare l’Amministrazione uscente, capeggiata anche in occasione di questa tornata elettorale da Vito Antonio Crinò, ci sarà la lista “Casignana Futura”, che supporterà invece l’aspirante primo cittadino Rocco Celentano. Abbiamo raccolto le brevi dichiarazioni dell’avvocato Celentano e degli aspiranti Consiglieri, ognuno dei quali pare avere chiaro fin da ora su quale ambito sia utile concentrarsi per riuscire a risollevare le sorti di un paese che ritengono sia andato ultimamente alla deriva.

Rocco Celentano
Avvocato - Candidato Sindaco

L’impegno della prossima giunta comunale dovrà concentrarsi su quattro problematiche irrisolte che costituiscono la gravosa eredità dell’Amministrazione uscente.
1) Attraverso atti ufficiali e con rapidità la nuova Amministrazione dovrà mettere i cittadini a conoscenza degli attivi e passivi del bilancio, dei ritardi e dei progetti.
2) Ristrutturazione dell'organico comunale e stabilizzazione dei precari (ex LSU e LPU), come gran parte degli Enti hanno fatto.
3) Casignana e la sua frazione facevano la raccolta differenziata dei rifiuti due decenni fa. Va recuperato adesso questo come tanti altri servizi essenziali.
4) Opere pubbliche, Municipio, Borgo Antico e Albergo diffuso, Area Archeologica e Terme Favate devono tornare al centro di seri programmi di investimento e di sviluppo del territorio.

Senatore Franco Crinò
Esperto Formazione Professionale

Casignana, pervicacemente e con tutto un tempo durato più di cinque anni, è stata portata all'agonia. Potevo girare la testa dall'altra parte senza "regalarmi" quest'altra missione di contribuire a rilanciarlo, ma nel mio curriculum ci sono un paio di legislature negli enti sovracomunali che possono tornare utili. Potrei occuparmi di iniziative culturali, Beni paesaggistici e Beni Culturali. Per far apprezzare appieno "la bellezza per la sua intelligenza e l'intelligenza per la sua bellezza”.

Domenico Falcomatà
Artigiano

Quando si parla di un Comune bisogna riferirsi non solo al centro urbano, ma anche alla campagna, che ha registrato in questi anni vistosi segni di abbandono. A Casignana non ci troviamo dinanzi a un semplice stato di difficoltà del settore, ma a un mercato che si è allontanato dal cittadino a causa delle condizioni disastrose delle nostre strade interpoderali e di una politica di incentivi che non ha saputo valorizzare a dovere i nostri prodotti tipici e i nostri allevamenti. Per queste ragioni rivitalizzare la campagna deve essere uno dei nostri obiettivi primari.

Antonio Giorgi
Studente universitario

Se il centro di Casignana ha visto impoverirsi i servizi negli ultimi anni, alla contrada Palazzi è andata peggio. La nostra lista ha voluto candidare esponenti della zona proprio per poter recuperare una situazione quantomeno di normalità quanto ai servizi offerti ai residenti. La zona archeologica deve essere vista come un'eccellenza, sarà una grande attrazione per tutta la zona. Come mondo giovanile abbiamo ben chiaro cosa ci giochiamo in queste elezioni in termini di buona amministrazione, di rilancio, di progresso.

Agata Mazzitelli
Avvocato

Sono convinta che i luoghi in cui si cresce ti vivano dentro! Un paese che si lascia andare, oltre a creare disservizi e malcontento, rischia di far sprofondare gli entusiasmi dei giovani e il futuro dei nostri figli. Voglio dare il mio contributo, animata dal desiderio di ridare luce al volto di Casignana, un paese da sempre ammirato per il suo tratto distintivo: un forte spirito di conservazione di luoghi, cultura e tradizione sapientemente legato a un carattere di impronta moderna, pronto al cambiamento per proiettarsi al futuro!

Rocco Micò
Professore

Occorre, dopo sette anni di oblio amministrativo, rilanciare alcune iniziative che sono state proprie delle passate gestioni. Mi riferisco in particolare alla prosecuzione degli scavi archeologici presso la Villa Romana, alle infrastrutture a supporto di una migliore fruibilità dell’area archeologica anche attraverso iniziative artistico culturali di spessore. Dell'Amministrazione uscente guarderemo ogni atto, ogni macroscopico sbaglio o illegittimità e mi auguro che la mia esperienza di vicesindaco con Pietro Crinò possa accelerare i tempi di questo gravoso compito.

Gianni Nicita
Agente di Commercio

Avevo capito subito, purtroppo, che la legislatura che ci lasciamo alle spalle avrebbe lasciato rovine. Eppure ho aspettato ben sedici mesi per ritirare la fiducia al sindaco Antonio Crinò, vedendomi costretto a dimettermi. Si deve operare per il cambiamento, perciò mi ripropongo. Con un'esperienza più larga di prima: dovunque ho lavorato ho appreso cose positive e voglio metterle a disposizione della comunità e della "squadra". Le esperienze sono “finestre" che danno luce al compito che ci siamo dati: amministrare bene Casignana.

Rocco Reale
Poliziotto in pensione

Il "paese mio che stai sulla collina, disteso come un vecchio addormentato" della bella canzone calza perfettamente per Casignana. Ma la placida immagine che rievoca la posizione felice del nostro amato centro sembra ultimamente il frutto dello stordimento provocato dall’Amministrazione uscente infelice. Lo sanno i residenti, i vicini e… lontani concittadini emigrati al nord e all'estero: ne parliamo e siamo molto amareggiati. Solo questa nostra squadra può risollevare Casignana. Personalmente sono orgoglioso di farne parte.

Giuseppe Romeo
Addetto in Agricoltura

La nuova Amministrazione comunale saprà fare una grande azione di promozione dei prodotti tipici nostrani, dei vini in particolare. Ma si stanno aprendo nuove opportunità (penso al bergamotto) in termini di qualità dei prodotti e del lavoro che si domanda per le produzioni. Qui abbiamo tutti i fattori che in agricoltura si prestano per obiettivi di sviluppo, che devono essere incentrati anche sulla riqualificazione delle zone periferiche oggi non adeguatamente valorizzate, come accaduto per anni con la sfortunata contrada Palazzi.

Rubrica: 

Notizie correlate