Un Gelsomino rappresenterà il Piano di Azione Locale del GAL

Sab, 15/12/2018 - 12:40

Il GAL “Terre Locridee”, nel tentativo di dare una buona comunicazione e promozione al Piano di Azione Locale Gelsomini, con l’obiettivo di assicurare immediata riconoscibilità e unicità alle proprie attività, nel mese di giugno ha deliberato un Concorso di idee per la realizzazione del logo all’interno della misura 19.4 del PSR Calabria 2014 - 2020. Il concorso è stato aperto a tutti: designer, artisti, creativi, professionisti della comunicazione e semplici appassionati. Anche la partecipazione era gratuita, poteva essere sia in forma isolata che di gruppo, con l’ammissione di un solo progetto grafico per categoria. Il termine di presentazione era stabilito per il 28 settembre. Le 34 proposte progettuali pervenute sono state esaminate da una giuria così composta: Lucia Candida, Luciano Pelle, Mariolina Baccellieri, Maria Antonietta Scriva e Pasquale Calabrese. La giuria si è riunita il 16 ottobre e ha stabilito che, seppur con necessarie rielaborazioni, peraltro già previste dall’articolo 8 dall’avviso pubblico, gli elaborati che maggiormente rispondono alle richieste contenute nell’articolo 6, sono cinque, per cui ha ritenuto di sottoporli al Consiglio di amministrazione per la scelta definitiva. Il C.d.A., esaminati i cinque elaborati, ha scelto uno fra questi, chiedendo tuttavia delle necessarie integrazioni. Nel Consiglio di amministrazione dell’11 novembre, infatti, si è passati alla proclamazione del vincitore del Concorso di idee, assegnando il premio alle siciliane Claudia Cosentino e Nicoletta Intrepido. L’elaborato vincitore incentra la sua comunicazione sul gelsomino, come simbolo del territorio e dell’azione rigenerante del GAL. Non solo: esso simboleggia, secondo le autorici, il frutto della fatica della collettività e l’eccezionalità locale. Infatti, su uno sfondo di color bianco complementare al senape delle foglie del rampicante, i quattro petali del fiore sono generati dalla lettera G di gruppo, nucleo generatore di connessioni, mentre il quinto petalo è rappresentato dalle lettere A ed L.
Nei prossimi giorni le vincitrici verranno invitate nella sede del GAL per ritirare il premio di 500 euro stabilito per il vincitore del concorso di idee.
Infine il presidente Francesco Macrì, vista la grande partecipazione (34 elaborati) da tutta Italia, e visto l’articolo 9 dello stesso avviso, ha proposto al C.d.A. di organizzare una mostra con tutti gli elaborati pervenuti, anche per valorizzare lo sforzo dei molti che hanno partecipato ma che non si è potuto, per ovvi motivi, premiare.

Rubrica: 

Notizie correlate