Signora lei è una donna molto distratta

Dom, 10/06/2018 - 12:40

Ci sono quei versi di Fabrizio De Andrè in Amico fragile “Lo sa che io ho perduto due figli” “Signora lei è una donna piuttosto distratta”. E quel siparietto meno tragico tra un cronista e Arnaldo Forlani “Presidente lo sa che sta parlando e non sta dicendo niente?” “Potrei continuare per ore”. E quelli più attuali “Sindaco sa bene che siamo preoccupati per le condizioni del mare e per la raccolta dei rifiuti” “Faremo la Bovalino -Bagnara?” “La sanità è totalmente in crisi, scompaiono interi servizi nella Locride” “Non legge i giornali, Oliverio mi ha chiesto di dichiarare che dovevamo aspettare due anni e poi dire che Il Direttore Generale dell'Asp non funziona. Ops… come per la Roccisano”. Chi è che “parla senza sapere”, chi si lamenta e si addolora o chi parla senza cognizione? Bisogna aprire gli occhi, una riconciliazione tra la politica e i cittadini può avvenire se la responsabilità si impadronisce di rappresentanze e rappresentati. Dobbiamo metterci di fronte alle ragioni vere della crisi, non di fronte a quelle presunte. Dovremo lottare per risalire, non possiamo tenerci tutto com'è. La Città Metropolitana ha creato aspettative di sviluppo e di rinnovamento, ma finora le speranze si sono tramutate, specie per la Locride, in delusioni. Le delusioni non si superano con le dichiarazioni stampa, con le gerarchie di un partito che fallisce, con le strategie che non portano a nulla. Quale può essere il rovescio di questo stato di cose, ovvero l'affermarsi di una “normalità” o di una “nuova normalità”? Questo non è facile dirlo. A livello nazionale si stanno mettendo a farlo, senza spiegare come, per la verità, i nuovi vincitori, 5S e Lega. Marco Minniti ha dichiarato che il PD “va smontato e rimontato”. Quali sono le cose intenzionali e quali no? Non riusciamo a capire neppure questo. Il compagno Sergio Endrigo arrivò terzo a Sanremo con l'Arca di Noé, accettò di arrivare dietro Nicola di Bari, ma si seccò per la vittoria di Adriano Celentano con Chi non lavora non fa l'amore: “in mezzo alle lotte operaie che scuotevano il Paese vinse giusto una canzone crumira!”

Autore: 
Franco Crinò
Rubrica: 

Notizie correlate