Siamo “ostaggi” del pregiudizio

Dom, 14/07/2019 - 11:40

Sono partite le riprese di “Ostaggi”, video partecipativo che nasce dalla collaborazione tra AQR, customer interaction company e l’associazione Liberi Svincoli. Lo realizzeranno i lavoratori del Call Center di Locri, che hanno vinto una gara per la sceneggiatura e il soggetto più efficace per raccontare il territorio. Il progetto, presentato in occasione di una convention aziendale lo scorso maggio, unirà un collettivo di artisti e professionisti del mondo dello spettacolo e della comunicazione, con l’intento di realizzare cinema, teatro ed eventi a tema sociale e di impegno civile. Una produzione di responsabilità sociale che ha raggiunto tutte le sedi del Gruppo AQR, con l’obiettivo di valorizzare il territorio di appartenenza attraverso la realizzazione di un film su un tema che lo riguarda da vicino. Ovvia la soddisfazione degli amministratori locali, Giovanni e Pasquale Calabrese, secondo i quali “il contest di AQR, oltre a rappresentare un’iniziativa dall’alto valore formativo per gli operatori coinvolti, è una straordinaria occasione per raccontare l’altra faccia della Locride, facendo emergere la bellezza dei luoghi e delle persone che lo vivono”. La collaborazione con Liberi Svincoli si svilupperà nel corso dell’estate attraverso la formazione del personale della sede di Locri che verrà introdotto nelle varie fasi di produzione di un cortometraggio, che sarà proiettato in anteprima in occasione del Festival Internazionale del Video Partecipativo di Monza i prossimi 4 e 6 ottobre. Il soggetto proposto dalla sede calabrese racconta dei pregiudizi che ci portiamo dietro e ci ricorda come soltanto l’esperienza e la conoscenza diretta possa liberare il pensiero. Un’opportunità unica per ricostruire dalle fondamenta la reputazione del nostro territorio, troppo a lungo bollato con stereotipi e pregiudizi odiosi, che ne hanno minato l’immagine contribuendo a condannarlo a un limbo dal quale ancora oggi ci è difficile uscire. Anche attraverso questa iniziativa, invece, grazie all’impegno dei lavoratori del Call Center di Locri, potremo riscattare l’immagine del nostro territorio mostrando al grande pubblico ciò che siamo in grado di produrre e, in definitiva, cosa sia davvero la Locride.

Rubrica: 

Notizie correlate