Ripristinate le giostre incendiate alla villetta di Spirito Santo

Ven, 06/10/2017 - 18:00

«Voi bruciate. Noi ricostruiamo, sempre!». Dopo l'incendio di qualche mese, che aveva completamente distrutto le giostrine della villetta di Spirito Santo, sono state installate nelle scorse settimane le quattro nuove giostre acquistate grazie alla raccolta fondi promossa dal Gruppo Giovani di Confindustria Reggio Calabria, che ha risposto presente all'appello lanciato dal Sindaco Giuseppe Falcomatà proprio all'indomani del rogo. Questa mattina, alla presenza del primo Cittadino, degli Assessori comunali Anna Nucera e Lucia Nucera, dei consiglieri Filippo Quartuccio e Paolo Brunetti e dei rappresentanti dei giovani imprenditori reggini Samuele Furfaro, Umberto Barreca, Giuseppe Quattrone, Salvatore Presentino e Giuseppe Pizzichemi, le nuove giostre sono state benedette dal Sacerdote della Parrocchia di Spirito Santo Don Salvatore Barreca.

«All'indomani dell'incendio avevamo promesso che avremmo ripristinato quelle giostrine, coinvolgendo le migliori energie presenti sul nostro territorio, a partire dalle realtà sociali ed imprenditoriali più attente e dinamiche – ha commentato il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà – ringrazio Confindustria Giovani per essersi dimostrata sensibile a questo appello, promuovendo questa raccolta fondi e coinvolgendo tanti imprenditori, ma anche semplici cittadini, che hanno voluto contribuire personalmente all'acquisto delle nuove strutture. Il ripristino di quelle giostre è un simbolo di rinascita che va molto oltre la semplice riqualificazione di un parco ludico cittadino. E' il segno che attraverso la collaborazione tra la politica e le forze sane della città è possibile costruire progetti di rigenerazione urbana per il recupero di spazi di socialità da dedicare al gioco, allo sport, alla condivisione».

«Siamo davvero orgogliosi di questa iniziativa - ha commentato Samuele Furfaro, presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Reggio Calabria - che ci ha visto tutti impegnati in prima linea, imprese, associazioni, chiesa e società civile. Abbiamo risposto all’appello del sindaco e, più in generale, alla richiesta di una comunità che è stanca di questi episodi e intende ribadire con forza il proprio netto rifiuto nei confronti di ogni logica criminale e subcultura mafiosa. Il ripristino di questo spazio destinato ai più piccoli testimonia l’esistenza di un tessuto sociale sano e desideroso di tutelare la legalità e il vivere civile». Sulla stessa lunghezza d’onda anche Umberto Barreca, vicepresidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Reggio Calabria, secondo cui: «Oggi si chiude il percorso avviato qualche mese fa, all'indomani dell'ignobile gesto.

La campagna di crowdfunding “Ricostruiamo insieme il parco giochi di Spirito Santo”, è stata una bella e gratificante pagina di impegno civile e cittadinanza attiva». Soddisfazione è stata espressa anche dagli altri componenti del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Reggio Calabria presenti alla cerimonia di inaugurazione, Giuseppe Quattrone, Salvatore Presentino e Giuseppe Pizzichemi. «Era importante dare un segnale forte e immediato – hanno detto – dopo il bruttissimo episodio di un anno fa. I bambini sono la componente più importante ed esposta della società ed è dovere di tutti tutelarli e proteggerli, a cominciare dai luoghi e dagli spazi destinati al gioco».

Rubrica: 

Notizie correlate