Reggio: approvato il progetto per il raddoppio dell’isola ecologica

Sab, 03/03/2018 - 11:00

Il centro di raccolta per rifiuti ingombranti di Condera sarà raddoppiato. La Giunta comunale, presieduta dal sindaco Giuseppe Falcomatà, ha approvato nei giorni scorsi il progetto esecutivo per l’ampliamento dell’isola ecologica, finanziato con un importo complessivo di 900 mila euro, individuato all’interno del masterplan del Patto per Reggio Calabria.
A darne notizia, a margine dei lavori di Giunta, il vicesindaco con delega ai Patti per il Sud Armando Neri, che ha sottolineato l’importanza di un intervento che consentirà una gestione più veloce ed efficiente del servizio di raccolta, smaltimento e riciclo dei rifiuti urbani nella città di Reggio Calabria.
Il progetto prevede l’ampliamento dell’isola ecologia ad oggi esistente, con la possibilità per i cittadini di conferire gratuitamente rifiuti ingombranti, apparecchiature elettriche ed elettroniche, solventi, acidi, farmaci, imballaggi, rifiuti da demolizione domestica, sfalci d’erba domestici. La superficie della struttura passera dagli attuali 1600 metri quadri a più di 4000 metri quadri, i cassoni per lo smaltimento da 12 a 24, con la possibilità di conferimento dall’alto, attraverso delle apposite rampe previste dal progetto che consentiranno il conferimento dall'alto velocizzando quindi il processo. Aumenterà quindi la capacità ricettiva per una struttura che ad oggi gestisce già una media di circa 160 conferimenti gratuiti al giorno. E’ prevista inoltre l’installazione di un impianto di videosorveglianza a circuito chiuso su tutto il perimetro della struttura, per garantire la sicurezza degli operatori ed evitare conferimenti illeciti, oltre che la predisposizione per un impianto a pannelli fotovoltaici che renderà la struttura autosufficiente dal punto di vista energetico e quindi ad impatto zero dal punto di vista ambientale.
«L’approvazione della progettazione esecutiva - ha commentato il Vicesindaco Armando Neri - dà il via libera alla fase della gara d’appalto, propedeutica all’avvio dei lavori per il raddoppio dell’impianto. Si tratta di un progetto importante che si inserisce nell’ambito della strategia più ampia, messa in campo dall’Amministrazione Falcomatà, su indirizzo del sindaco e di concerto con l'Assessore all'Ambiente Giovanni Muraca, finalizzata alla diffusione di un nuovo metodo per la gestione del ciclo dei rifiuti sul territorio urbano della Città di Reggio Calabria, che punta all’obiettivo Rifiuti Zero. Un programma di interventi partito all’inizio di questa consiliatura, quando la città si trovava sommersa dai rifiuti e da anni in piena emergenza, e che ha già dato importanti frutti sul piano del decoro urbano, con l’aumento dal 7% al 48% di rifiuti differenziati, e della riduzione della spesa pubblica per via dei minori conferimenti in discarica, consentendoci di mantenere invariate le tariffe Tari nonostante gli esosi aumenti regionali».
«In questi giorni - ha aggiunto Neri - si sta aprendo la seconda fase di questo percorso. Con l’approvazione in giunta della convenzione per il finanziamento regionale di 6 milioni di euro, che ci consentirà di estendere la differenziata porta a porta a tutta la città e di realizzare una nuova isola ecologica nella zona sud. Con il raddoppio di Condera completiamo il processo, mettendo insieme in un’unica strategia complessiva linee di finanziamento diverse e complementari, in grado di dare il segno concreto alla visione generale di cambiamento che l’Amministrazione Falcomatà ha pensato e sta ora gradualmente realizzando attraverso interventi strutturali, concreti e definitivi».

Rubrica: 

Notizie correlate