Oliverio a Pedà: “Casa della salute di Siderno collaudata entro il 2021”

Mer, 20/03/2019 - 18:00

Secondo un cronoprogramma trasmesso dall'ASP di Reggio Calabria alla Regione, la Casa della salute di Siderno dovrebbe essere collaudata entro il mese di dicembre del 2021. I ritardi nell'esecuzione dell'opera per la quale era stata stipulata apposita convenzione tra la stessa Regione e l'ASP nel novembre 2017 sarebbero stati determinati da una serie di adempimenti burocratici effettuati solo recentemente. È quanto si evince dalla risposta che il presidente della giunta regionale Mario Oliverio ha dato al consigliere Giuseppe Pedà, che aveva domandato per quale ragione non fosse ancora stato erogato i finanziamento di circa 10 milioni previsto dalla convenzione stilata nel novembre del 2017. Una problematica di particolare importanza non solo per Siderno ma per l'intero sistema sanitario della Locride, considerata anche la bufera scatenatasi sull’ASP di Reggio proprio nelle ultime settimane. Lo studio di fattibilità della Casa della salute di Siderno risale già al settembre del 2012, cui nel 2013 era seguita la stipula di una prima convenzione utile a “regolare” il finanziamento. Come spesso accade, tuttavia, arrivarono subito i primi intralci burocratici, determinati dalle preliminari verifiche sismiche della struttura i cui esiti giunsero solo nel febbraio 2016. Ulteriori intoppi furono poi rappresentati dall'entrata in vigore del nuovo codice degli appalti pubblici, che avrebbero ritardato la firma della nuova convenzione fino allo scorso anno, che dovrebbe finalmente aprire la strada alla realizzazione dell'attesa struttura.

Rubrica: 

Notizie correlate