Latitanza Matacena, Speziali patteggia e ammette di aver tramato con Scajola

Mar, 16/01/2018 - 11:20

Vincenzo Speziali, uomo d’affari di Catanzaro residente a Beirut, sposato con una nipote del leader libanese Amin Gemayel, ha chiesto e ottenuto, col consenso del pm, l’accesso al patteggiamento - l’udienza è in programma il 29 gennaio prossimo - al processo Breakfast in corso per la latitanza dell’ex parlamentare di Forza Italia Amedeo Matacena a Dubai e il tentativo di farlo giungere successivamente a Beirut. Nei confronti di Speziali è stata emessa un’ordinanza di custodia cautelare non eseguita perché l’uomo si trova in Libano. Speziali, insieme all’ex moglie del parlamentare forzista Chiara Rizzo e all’ex ministro dell’Interno Claudio Scajola deve rispondere di procurata inosservanza della pena aggravata dall’avere favorito un’associazione mafiosa.

Non sembra una buona notizia per Scajola perché Speziali con il patteggiamento ammette di aver tramato insieme all’ex ministro, anche se a parole continua a proclamarsi innocente.

Rubrica: 

Notizie correlate