Klaus Davi: “Ormai Il nord è più mafioso del sud”

Mar, 10/09/2019 - 17:20
Riceviamo e pubblichiamo

Polsi non è più il simbolo della mafia ma della più intensa spiritualità del sud. Questi attacchi sono ingenerosi. Diciamo la verità: ormai Il nord è più mafioso del sud. La Liguria, la mia Lombardia, il Piemonte il Veneto e la Emilia Romagna ospitano le locali di ‘Ndrangheta più corpose, ricche e pericolose di quelle calabresi e grazie a chi? a quegli imprenditori e politici settentrionali che scendono a patti con i clan. Basterebbe una ripassata dei libri e delle inchieste di Nicola Gratteri per capire come sono ‘evolute’ le cose”. Lo dichiara Klaus Davi imprenditore della comunicazione, giornalista e consigliere comunale di San Luca in Aspromonte. “Il sindaco di Ventimiglia forse non sa che a Polsi esiste da anni un posto di Polizia, un presidio costante di legalità e che, i Carabinieri in collaborazione con la Curia e anche l’aiuto della comunità locale si sono unite per impedire che si verifichino episodi simili a quelli accaduti a Ventimiglia, con il presunto inchino della processione rivolto alla casa del boss Palamara.” “Bene ha fatto il primo cittadino Scullino a prendere le distanze dal sinistro messaggio , ma lo posso assicurare che il rito settembrino della Madonna della Montagna non ha più nulla di mafioso e che chi sgarra viene cacciato a pedate. Lo invito fin da ora a San Luca che ora può contare su una regolare amministrazione dopo 11 lunghi anni di non democrazia, a constatare di persona le cose.”

Rubrica: 

Notizie correlate