Il vescovo di Locri - Gerace presiede la giornata per la conversione dei mafiosi

Mar, 02/10/2018 - 19:20

Indulgenza plenaria: è lo speciale ‘dono’ fatto da papa Francesco, attraverso la Penitenzeria Apostolica, a quanti sabato 6 ottobre, in occasione della 'Giornata diocesana di preghiera per la conversione dei mafiosi e la riconciliazione con la Casa Comune', e la domenica successiva si recheranno nel santuario 'Nostra Signora dello Scoglio'. La Giornata, indetta con un proprio decreto dal vescovo della Diocesi di Locri- Gerace, monsignor Francesco Oliva, viene celebrata, ogni anno, il primo sabato del mese di ottobre nel Santuario 'Nostra Signora dello Scoglio’ fondato dal mistico Fratel Cosimo Fragomeni e in tutti i Santuari diocesani. Proprio perché questo speciale ‘regalo’ “manifesta la pienezza della misericordia di Dio, che viene espressa in primo luogo nel sacramento della Penitenza e della Riconciliazione”, la Penitenzieria Apostolica,dando ascolto alla richiesta del vescovo Francesco Oliva, ha dunque, concesso l’indulgenza plenaria, secondo le condizioni previste, tendendo anche una mano a uomini e donne mafiosi e criminali perché convertano il proprio cuore da una mentalitàespressione “di una cultura di morte, che si oppone radicalmente alla fede cristiana e al Vangelo". Un invito ad accostarsi alla misericordia del Padre e a e cambiare vita prendendo le distanze dalle pratiche malavitose e incarnare concretamente il Vangelo. Il passato di un uomo non importa nulla se egli è pentito e vuole guardare al futuro. Ciò che conta non è la professione religiosa di un uomo, ma sapere se abbia rinunciato ai suoi sbagli e alla sua vita poco pulita. Se non ha rinunciato a tutto questo la sua professione religiosa è in abominio a Dio ed egli si trova sotto il peso della condanna. Intenso il programma liturgico della 'Giornata diocesana di preghiera per la conversione dei mafiosi e la riconciliazione con la Casa Comune', che avrà inizio alle ore 11,00 con la celebrazione del Santo Rosario, cui seguirà, alle ore 12,00 l’Angelus e continuerà, dalle ore 15,0 in poi, con l’evangelizzazione di Fratel Cosimo, la solenne Concelebrazione Eucaristica, presieduta, come sempre, da monsignor Francesco Oliva, la processione con il Santissimo Sacramento, la preghiera d'intercessione di Fratel Cosimo alla presenza del SS.mo Sacramento, esposto all’adorazione dei fedeli, la benedizione eucaristica, la processione mariana.

Rubrica: 

Notizie correlate