Ciao Padre Lorenzo, vero esempio di uomo di Dio

Mar, 08/10/2019 - 16:20

Sono una giovane madre cattolica che ha sempre frequentato la chiesa e ho fatto un po’ di esperienza nei vari gruppi presenti all’interno della parrocchia. Negli ultimi anni sempre più spesso si nota un abbandono mostruoso della religione. In tanti paesi della Locride, ma soprattutto nel mio, si vedono chiese sempre più vuote, giovani nelle strade e famiglie sempre più sole.
Eppure vent’anni fa, senza cellulari per tutti e con solo i semplici canali tv Rai e Mediaset i centri di aggregazione erano colmi di risate. E allora cosa è successo? Forse un’incapacità da parte della Chiesa e dei loro rappresentati di aggregare? Forse troppi preti e uomini di Dio coinvolti in tanti scandali? O semplicemente uno stacco enorme tra i valori predicati e le azioni per unire e coinvolgere? Come in tanti paesi italiani l’assenza di un Parroco vero a Sant’ilario si è sentita molto. Molti dei preti che negli ultimi vent’anni si sono susseguiti, per svariati motivi, tranne qualche piccola eccezione, hanno saputo solo ulteriormente dividere, accentuando i problemi delle nostre comunità e facendo crescere a dismisura la sfiducia. Ma… circa 5 anni fa … (anche se sembra solo ieri) è arrivato Padre Lorenzo. Prima esperienza alla guida di una parrocchia, e non una qualsiasi, ma una complicata con tre comunità da mettere d’accordo, con il deserto nelle chiese e un oratorio abbandonato. Non ha fatto nulla di più di quello che ogni giorno Papa Francesco auspica… “Una più stretta integrazione, ascolto della voce ai giovani e collaborazione alle loro gioie, cura per le famiglie bisognose, abbraccio agli anziani, porte aperte ai bambini tutti di ogni razza e colore”. Con dolcezza e pazienza ascoltando ogni grido e ogni piccola lamentela, con coraggio urlando e pregando. Sempre e solo con il sorriso, dedicando ogni serata davanti a un film o una partita con i ragazzi e spendendo quei pochi soldi portandoli con la propria auto personale anche solo per un gelato. Questa è la CHIESA! Questa è la SPERANZA, che manca. Un sentimento grande e indispensabile che è tornato a vivere nelle case di ogni sant’ilariese. Questa è la PREGHIERA che con difficoltà e fatica ha riscaldato ognuno di noi negli ultimi anni. Un popolo che non si sente solo perché ha un Padre che ascolta, prega e non giudica. Grazie Padre Lorenzo! Domenica ci ha salutato per una nuova sfida accanto al nostro Vescovo. Tristi per questa partenza, ma felici per ciò che ci ha saputo insegnare e donare possiamo solo dire GRAZIE LORENZO, pregando e sperando, proprio come ci ha insegnato affinché questo esempio di uomo di Dio venga seguito da ogni prete che in questi giorni riparte per la propria missione in nuovi paesi.

Autore: 
Maria Simone
Rubrica: 

Notizie correlate